SYDNEY - Quasi 17mila test e nessun contagio comunitario. Gli unici casi registrati nelle ultime 24 ore sono australiani rientrati dall’estero e in quarantena in hotel: sei.

“Dal 7 settembre non si registrano casi di contagio comunitario da fonte ignota”, ha spiegato la dottoressa Young, capo del dipartimento di salute pubblica dello stato del New South Wales. “Numeri positivi ma che non consentono di abbassare la guardia”.

Positive anche le notizie che arrivano dagli ospedali: sono solo tre i pazienti in terapia intensiva, uno solo necessita di ventilazione assistita.

I test effettuati nelle ultime 24 ore sono 16.759, ma le autorità sanitarie pressano perché la media giornaliera sia anche più alta per garantire che non ci siano focolai nascosti del virus.

Erano oltre 70 giorni che il New South Wales non faceva registrare un risultato così positivo in termini di contagio comunitario giornaliero.